Accostare parquet, grés e cementine o più in generale pavimenti diversi è una scelta molto interessante e se ben progettata può risultare anche molto chìc, oltre che portare vantaggi estetici e funzionali.

Chi decide di mixare fra i pavimenti lo fa sopratutto per passare da un ambiente con una funzione ad un altro, per esempio tra corridoio e bagno, oppure quando uno stesso ambiente viene usato in modi differenti, come negli open space, in questo caso si può decidere di dividere la zona cucina da quella del salotto accostando pavimenti diversi e delimitando gli ambienti. Può esistere anche la possibilità di avere un appartamento dove è presente già un bel pavimento per esempio con delle cementine e che lo si desideri accostare ad un parquet o viceversa, delimitando una piccola porzione nel bagno o nella zona cucina.

Questa soluzione può essere utile se si pensa che nella zona cucina, un pavimento in grés o in ceramica è certamente più pratico da pulire che un parquet non verniciato, sul quale certe macchie, se non tolte tempestivamente possono risultare difficili da rimuovere.

Se avete intenzione di mixare fra pavimentazioni diverse, ci sono alcune cose di cui dovete tenere conto.

piastrelle-esagonali-e- parquet

Progetto di una casa a Barcellona – Studio EO arquitectura – Fotografo: Adrià Goula
Foto via Pinterest

Progetto e foto: Equipe Eitan Hammer et Ulli Heckmann

ECCO 5 CONSIGLI UTILI SU COME ORIENTARVI SE VOLETE MIXARE FRA LE PAVIMENTAZIONI

1) Piastrelle, cementine o grés hanno altezze differenti da quella del parquet che è solitamente di qualche millimetro più alto. Quindi se volete utilizzare questa soluzione dovete evitare che si creino dislivelli fra un materiale e l’altro.

2) In preventivo dovete considerare il costo di due maestranze differenti cioè quelle del parquettista e del piastrellista e che questa lavorazione essendo un pò più elaborata può risultare anche un pò più costosa.

3) Tenete conto dell’orientamento del parquet e delle piastrelle nello spazio; una sala può sembrare più grande o più piccola a seconda di come deciderete di diporre parquet e piasterelle.

4) Se siete convinti di abbinare parquet, grés e cementine in uno stesso ambiente il pavimento sarà al “centro” della scena per cui il consiglio che vi do è quello di accostare tonalità simili fra i materiali e di optare per soluzioni “neutre” su pareti e arredo, un colore alle pareti che richiama le tonalità della piastrella può essere sufficiente.

5) Se il parquet vi sembra costoso, ma l’effetto che volete è l’abbinamento tra i due materiali, potete ricorrere ad un trucchetto… quale? usare un grés effetto legno ed accostarlo ad una cementina che si abbini per tonalità. In questo caso ridurrete i costi di materiale (parquet in legno più costoso), di parquettista e di sottofondo per livellare i due materiali.

Affidarsi poi ad una impresa competente è fondamentale e il mio consiglio è quello di richiedere almeno due o tre preventivi per avere margini di prezzo differenti e capire come verrà eseguito il lavoro. Per cominciare potreste visitare il sito di habitissimo.it  dove troverete un elenco di imprese (tra cui anche parquettisti e piastrellisti) a cui chiedere un preventivo.

Progetto: Marie Tardieu
Foto via Pinterest

Ho schematizzato alcune possibilità di abbinamento ma ovviamente ce ne sono moltissime e tutte con grande effetto scenografico. Io personalmente adoro l’abbinamento fra parquet e cementine colorate o con piastrelle esagonali.

accostare-cementine-e-parquet accostare-gres-e-parquet  accostare-cementine-e-parquet accostare-cementine-e-parquet

Follow us:
EMAIL
Facebook
Facebook
Instagram
PINTEREST

Write A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi